giovedì 12 marzo 2009

Piccola guida (di buon senso) alla scelta dell'hardware

Mi è stato richiesto di parlare nuovamente di hardware in aggiunta al post introduttivo del 30 marzo 2008. Questo argomento è fondamentale ed è in continua evoluzione, pertanto mi rendo conto che molti siano disorientati poichè non è sempre chiaro quale periferica funzioni correttamente e con quali configurazioni.
Come ho scritto precedentemente il motivo per cui non tutte le schede audio funzionano sotto Linux:
[...] non è da attribuire all'incapacità degli sviluppatori o all'arretratezza del sistema operativo, ma piuttosto ai costruttori di hardware che non rilasciando le specifiche dei loro prodotti, e non sviluppando drivers per Linux, non permettono agli utenti di questo OS di poter utilizzare i loro prodotti.
In prima istanza è fondamentale sapere che al contrario dell'ambiente Windows o Macintosh in cui ogni dispositivo viene venduto con il relativo driver, in quello GNU/Linux esistono dei driver che offrono il supporto per diversi chipset (e quindi diverse periferiche). Tra più noti ci sono Alsa e Freebob (progetto volto al supporto delle schede audio firewire).
Per fare una buona scelta è quindi necessario:
  1. Avere ben chiare le proprie intenzioni; se ad esempio si avrà la necessità di registrare batterie o prese dirette di gruppi musicali si andrà verso l'acquisto di una scheda con diversi I/O, nel caso di un semplice impiego da "vocal booth" saranno sufficienti pochi ingressi, se ancora la propria attività sarà focalizzata sull'utilizzo di synth e sequencer si sceglierà una scheda con Midi I/O.
  2. Ottenere le informazioni corrette; la risorsa più importante è banalmente il sito dei driver: tra le pagine di Alsa e di Freebob, per esempio, si possono trovare le liste dei dispositivi supportati e nel dettaglio quali feauture siano funzionanti.
  3. Utilizzare i motori di ricerca per verificare la performance del dispositivo con varie configurazioni software/hardware attraverso i feedback degli utenti nei forum dedicati.
Per esperienza, mi sento di consigliare la serie Delta di M-Audio che ha un buon rapporto qualità/prezzo e il supporto di tutte le features, alcune Edirol usb come la UA-25, compatta, dal costo contenuto e dalle molte funzionalità, e le RME Hammerfall note per l'altissima qualità dei convertitori e della componentistica più in generale.
Invito i lettori a commentare riportando le proprie esperienze per rendere questo post utile al maggior numero di persone possibili.

1 commento:

becks ha detto...

edirol fa101, perfetta out of box con jack+freebob, con ffado devo riprovare