lunedì 16 novembre 2009

AVLinux: un flavour multimediale di Linux

Da qualche mese AVLinux ha fatto la sua comparsa sulla mia macchina consumata. Ero molto curioso di testare questo nuovo flavour di Linux poichè molte delle sue carattirstiche possegono un'indubbia attrattiva verso chi come me respira audio ogni giorno.
AVLinux non è una vera e propria distribuzione, ma come dice l'autore è uno snapshot ed è inteso a usarsi così com'è; questo non significa che non possiate installare altri pacchetti, difatti sono a disposizione i repositories di Debian Lenny.
Si tratta per l'appunto di una Debian con kernel 2.6.30.1, con realtime preemption e pae, che come ambiente grafico monta LXDE (o in alternativa Xfce) il quale è davvero molto leggero.
Il tema grafico utilizzato è scuro, piacevole e utilizzabile. ma osserviamo il pacchetto audio che è quello che ci interessa di più.
AVLinux possiede un gran numero di software davvero aggiornatissimi come ad esempio Ardour 2.8.1 con supporto VST e LV2, plugins ladspa calf e Invada, e LinuxDSP di cui potete trovare una recensione su questo blog.
Sono presenti anche le ultimissime versioni di Audacity, Rosegarden e Hydrogen e un sorprendente Bristol funzionante anche sotto Jack.
La cosa che sorprende subito, è che tutto funziona out of the box e per chi ha le mani su Linux da un po' sa quanto questo sia raro.
Personalmente sono riuscito a raggiungere una latenza di 2/3 millisecondi a 48 KHz facendo girare in Ardour approssimativamente quaranta tracce audio con diverse ladspa applicate senza incorrere in alcun xrun.
Ho potuto finalmente godere del gran numero di sintetizzatori offerti da Bristol che ho trovato piuttosto stabili, ho trovato molto intelligente la gestione dei drumkits nella versione 0.9.4 di Hydrogen, e sono rimasto colpito dalla qualità complessiva dei processori di segnale LinuxDSP.
All'interessante parte audio si affianca un'altrettanto interessante parte video che comprende programmi come Avidemux, Cinelerra, Kino e Kdenlive, ma visto il tema del blog, mi pare sia un approfondimento da fare in altre sedi e soprattutto con moderatori più competenti.
Per coloro che si approcciano per la prima volta all'audio su linux, o per coloro che non hanno tempo di settare una macchina, AVLinux può essere un'ottima soluzione proprio per la sua caratteristica di funzionare bene sin dal principio.


1 commento:

Touchstyle ha detto...

Peccato che non gestisca a dovere due monitor. Comunque è sufficiente installare "grandr".
Distro da testare a fondo...